Questo sito utilizza dei cookie per funzionalità di ricerca e per la navigazione utente.

Proseguendo con la navigazione o accettando esplicitamente, ci autorizzate a settare dei cookie nel vostro computer. Per saperne di piu'

Approvo

A decorrere dal 25 maggio 2018 è applicabile il Regolamento Europeo 2016/679 (General Data Protection Regulation o GDPR), relativo alla protezione delle persone fisiche con riguardo al trattamento dei dati personali nonché alla libera circolazione di tali dati, che abroga la Direttiva CE 95/46 ed ha significativi impatti sul Decreto Legislativo 196/2003 (Codice Privacy).

Il GDPR stabilisce norme relative alla protezione delle persone fisiche con riguardo al trattamento dei dati personali, nonché norme relative alla libera circolazione di tali dati.

Il regolamento protegge i diritti e le libertà fondamentali delle persone fisiche, in particolare il diritto alla protezione dei dati personali.

L'informativa sulla privacy e sui cookie di DarknessLife è presente al link http://www.foyerback.it/informativa_privacy.html

24 ore

L’alba stamani ha più sonno di me

e fino a domani starò un po’ con te,

in un viaggio che chiamano notte.

È l’unico posto in 24 ore,

l’ultima una spiaggia,

ancora una canzone,

per chi corre dietro ai treni.

 

Forse è il giorno

per conquistare il nostro

universo, perso,

ma diverso, fatto per noi.

No, non arriverà,

me lo sento già,

questo tempo che

pazzo come me,

rischia di scoprire solo ancora

cosa c’è che non va

in questa realtà

che prende un po’ di me,

prende un po’ di te,

perde un po’ di noi

e quello che ne avanza,

non sono certo affari tuoi.

 

C’è ancora rimasto un po’ di tempo

prima che il sole Abbia già vinto,

prima che ci illumini la via.

Avere una strada pronta e tracciata,

avere certezze che non son le mie,

forse non è quello che fa per me.

 

Forse è il giorno

per conquistare il nostro

universo, perso,

ma diverso, fatto per noi.

No, non arriverà,

me lo sento già,

questo tempo che

pazzo come me,

rischia di scoprire solo ancora

cosa c’è che non va

in questa realtà

che prende un po’ di me,

prende un po’ di te,

perde un po’ di noi

e quello che ne avanza,

non sono certo affari tuoi.

Emj lo sa

Nella casa del silenzio

c’è chi dentro guarda fuori,

se c’è lei.

Lei, con sguardo basso,

conta piano ogni passo

verso casa sua.

Ci sono volte che è un po’ triste,

chiude gli occhi e capisce

che non c’è.

Ci sono giorni che è un po’ stanca,

si dimentica e le manca la follia.

 

Emj lo sa

che se un’idea non c’è,

un pesce rosso non ha

due grandi ali per se.

Certe volte però

colora tutto di blu

e se si stancherà un po’

non dipingerà più.

Ci sono notti che sa,

se qualcosa accadrà,

è una pioggia di stelle

che non finirà.

Emj lo sa,

se un mattina vorrà,

volterà il foglio

e non tornerà.

 

La reggia del suo regno

ha troppe foglie sopra al tetto

che non vanno via.

Ha ascoltato ogni canzone,

ogni fervida emozione

della dinastia.

Quando muta nel silenzio,

con lo sguardo vuoto e perso,

col pensiero dove va?

Forse immersa dentro un sogno,

è cos'è che ama ed affronta la realtà.

 

Emj lo sa che se un’idea non c’è [...]

volterà il foglio e non tornerà.

Emj lo sa

che se un’idea non c’è,

un pesce rosso non ha

due grandi ali per se.

Certe volte però

colora tutto di blu

e se si stancherà un po’

non dipingerà più.

Ci sono notti che sa,

se qualcosa accadrà,

è una pioggia di stelle

che non finirà.

Emj lo sa,

se un mattina vorrà,

strapperà il foglio

e non tornerà.

In giro per l'Italia

Chissà cosa ci lascerà

un inter-rail per le città

di quest’Italia che sta dormendo,

non c’è segno di risveglio.

Tra castelli e civiltà,

nella poesia dell’Unità,

tra le statue di grandi Eroi,

i loro eredi siamo noi.

 

Madrid, Berlino,

Rio, Bali, Malta, Pechino

ma niente sarà mai meglio

che andare in giro per l’Italia.

Bevi buon vino,

spaghetti e mandolino,

so solo che potrei farlo

andando in giro per l’Italia.

 

Tra la gente che viene e va,

una miscela di realtà.

Navigatori da tutto il mondo

che ci scoprono ogni giorno.

E’ una forza di gravità,

un paese di libertà

in un dipinto che porta dentro

l’energia del movimento.

 

Madrid, Berlino,

Rio, Bali, Malta, Pechino

ma niente sarà mai meglio

che andare in giro per l’Italia.

Bevi buon vino,

spaghetti e mandolino,

so solo che potrei farlo

andando in giro per l’Italia.

Ho avuto un’idea:

moto, tenda e prendo il via!”

In qualunque posto andrò

sarà lo stesso da sud a nord.

La storia d’Italia e la compagnia

sono l’orgoglio di casa mia.

Lo dicono tutti e da tutti i posti,

voglion l’Italia a tutti i costi.

Madrid, Berlino,

Rio, Bali, Malta, Pechino

ma niente sarà mai meglio

che andare in giro per l’Italia.

Bevi buon vino,

spaghetti e mandolino,

so solo che potrei farlo

andando in giro per l’Italia.

Madrid, Berlino,

Rio, Bali, Malta, Pechino

ma niente sarà mai meglio

che andare in giro per l’Italia.

Bevi buon vino,

spaghetti e mandolino,

so solo che potrei farlo

andando in giro per l’Italia.

Le tue parole

E’ solo rimasta una sedia vuota,

cenere al vento,

solo silenzio.

Non è rimasta più la tua voce,

nella mia mente

il ricordo si perde.

E’ solo rimasto qualche tuo foglio,

un piccolo appunto,

pezzi di vita.

Io provo a lasciarti andare

ma faccio i conti

con l’abitudine.

 

You’ll be welcome in the sky...

You’ll be welcome in the sky...

 

Io non riesco a guardare indietro,

pensare che c’eri,

era solo ieri.

E sento come se fosse tardi,

non ho avuto il tempo

di salutarti.

Spero solo che ci sia qualcuno

che abbia ascoltato

le tue preghiere.

Intanto ti lascio con le tue parole:

Venne sera, e tornammo...a casa”

 

You’ll be welcome in the sky...

You’ll be welcome in the sky...

You’ll be welcome in the sky...

You’ll be welcome in the sky...

L'essenza più profonda di te

Giugno,

il freddo ormai riposa

e tu nei tuoi pensieri,

non guardi ma mi vedi,

ascolti la mia voce

sotto ad ogni luce.

E’ come una foto che

sovraesposta su di te,

da quell'effetto, non so che,

ti prende e porta dentro.

Lascia stare fa da se,

non ho paura basta che

chiuda gli occhi insieme a te

e mi abbandoni al fato.

 

Prendo una lacrima da te,

un sorriso perché so

che sono l’essenza più profonda di te.

Gli accordi sicuri delle mie canzoni

prendono vita se ci sei tu.

 

Soli,

la spiaggia è silenziosa,

il mare si riposa,

Una stella che ha paura

segue la mia voce

e guardo la sua luce.

E’ come una foto che

sovraesposta su di te,

da quell'effetto, non so che,

ti prende e porta dentro.

Lascia stare fa da se,

non ho paura basta che

chiuda gli occhi insieme a te

e mi abbandoni al fato.

 

Prendo una lacrima da te,

un sorriso perché so

che sono l’essenza più profonda di te.

Gli accordi sicuri delle mie canzoni

prendono vita se ci sei tu.

Prendo una lacrima da te,

un sorriso perché so

che sono l’essenza più profonda di te.

Gli accordi sicuri delle mie canzoni

prendono vita se ci sei tu.

Se ci sei tu.

Se ci sei tu.

Se ci sei tu.

L'inizio

La verità non ha mai

avuto un prezzo.

La verità sta in mezzo

per chi è in mezzo.

La verità è davanti ai tuoi occhi

ma tu non l’accetti

e trasformi i tuoi ricordi.

 

Ti lascio andare via con la tua verità.

Quello che conta, lo so,

per te non è la realtà.

 

Non è la realtà.

La verità bussa alla tua porta,

tu non rispondi e bussa con più forza

più la tieni fuori più ti entra dentro.

Convinci gli altri per convincere te

stesso.

 

Ti lascio andare via con la tua verità.

Quello che conta, lo so,

per te non è la realtà.

Ti lascio andare via con la tua verità.

Quello che conta, lo so,

per te non è la realtà.

Non è la realtà.

 

Ti lascio andare via con la tua verità.

Quello che conta, lo so,

per te non è la realtà.

Ti lascio andare via con la tua verità.

Quello che conta, lo so,

per te non è la realtà.

Non è la realtà.

Non voglio stare più in città

Ti addestrano sempre a superare te stesso,

che questo e quello sono il modo perfetto.

Non c’è più posto per i nostri ragazzi,

tra giganti e terrazzi in un mondo di pazzi.

E solo i bambini sorridono ancora,

è la sincerità di un mondo che non ignora.

Ti senti importante se hai un amico diverso,

forse non sei tu quello che ha perso.

 

Non voglio stare più in città!

A respirare quest’aria di smog e gas!

Non voglio stare più in città!

Dove quello che c’è è pubblicità!

Non voglio stare più in città!

Dove chiedi il permesso e c’è chi te lo da!

Non voglio stare più in città!

Ora vieni con me ed il resto si vedrà!

 

Prenditi il tempo, controlla il tuo ritmo,

non devi per forza andare diritto.

Hai scoperto con gli anni

e non solo a parole,

che avere un amplesso

non è fare l’amore.

Quello che è stato non è da buttare,

un pezzo di carta può sempre volare.

Il vento che soffia è nella tua direzione

e non è solo una mera illusione.

 

Non voglio stare più in città!

A respirare quest’aria di smog e gas!

Non voglio stare più in città!

Dove quello che c’è è pubblicità!

Non voglio stare più in città!

Dove chiedi il permesso e c’è chi te lo da!

 

Non voglio stare più in città!

Ora vieni con me ed il resto si vedrà!

Non voglio stare più in città!

A respirare quest’aria di smog e gas!

Non voglio stare più in città!

Dove quello che c’è è pubblicità!

Non voglio stare più in città!

Dove chiedi il permesso e c’è chi te lo da!

Non voglio stare più in città!

Ora vieni con me ed il resto si vedrà!

Ed il resto si vedrà!

Ed il resto si vedrà!

Ed il resto si vedrà!

Ed il resto si vedrà!

Sputare via

Giocare sempre al rialzo,

dovere ancora qualcosa a qualcuno,

amici veri non ce n’è uno,

qualcuno sa il perché?!

Rincorro sempre un obiettivo,

non c’è più gusto a sentirsi vivo,

è tutta una guerra che gusto c’è,

ditemi il perché!

 

Volo su questo cielo,

vado più in alto che si può,

e no, non basta!

Spalanco di più le ali,

chissà dove arriverò

per superare

quell’atmosfera che

mi brucia dentro l’anima.

Voglio sputare via

quello che

non mi lascia più sognar!

 

Spero sempre in una conquista,

ma alla fine mi perdo di vista.

L’invidia e la noia fan parte di me,

chi è che sa il perché?!

Guardare gli altri dall’alto in basso,

saper distinguere il bene dal male,

non ho più voglia di giudicare,

Maledetti i miei perché!

 

Cado da questo cielo,

vado più in basso che si può,

rasento il fondo.

Non vedo più una luce,

adesso mi chiedo se

ne ho bisogno.

La risposta c’è,

è persa dentro un’anima,

devo trovarla!

O forse non resterà,

Neanche una briciola di me...

 

Volo su questo cielo,

vado più in alto che si può,

e no, non basta!

Spalanco di più le ali,

chissà dove arriverò

per superare

quell’atmosfera che

mi brucia dentro l’anima.

Voglio sputare via

quello che

non mi lascia più sognar!

Built with HTML5 and CSS3 | Copyright © 2012 Darknesslife